Corte costituzionale tedesca: sì al Fondo salva Stati…

La Corte costituzionale tedesca dice sì all’Esm («European Stability  Mechanism»), il fondo salva Stati europeo. Si tratta però di un via libera condizionato: il contributo della Germania sarà limitato a 190 miliardi e qualsiasi eventuale aumento dovrà essere sottoposto al parere positivo del Parlamento.  Bundestag e Bundestrat (ovvero, il Parlamento federale tedesco e  il Consiglio federale) devono essere pienamente informati di tutte le discussioni..

Il via libera della Corte tedesca era cruciale per potenziare gli strumenti per combattere la crisi della zona euro e un requisito chiave per attivare il nuovo piano di acquisti di bond della Banca centrale europea e contenere i costi di rifinanziamento dei Paesi più vulnerabili…..

http://www.corriere.it/economia/12_settembre_12/fondo-stabilizzazione-europeo-corte-costituzionale-tedesca-decisione_3d4c3fb8-fc99-11e1-8750-e7d636bddd26.shtml

Lo European Stability Mechanism è il nuovo meccanismo permanente di stabilizzazione finanziaria dell’Europa, costituito attraverso un accordo tra i 17 paesi membri della zona euro. L’organizzazione intergovernativa ESM avrebbe il compito di finanziare i paesi in difficoltà attraverso prestiti. La sua disponibilità iniziale dovrebbe essere di 700 miliardi di euro (di cui 500 prestabili). Gli Stati membri dell’organizzazione dovranno versare una quota, detta di partecipazione, proporzionata a quella posseduta presso la Bce, che per l’Italia ammonterebbe a circa 125 miliardi di euro. Il fondo, inoltre, avrebbe la possibilità di comprare titoli di Stato sul mercato primario e su quello secondario

Come funziona il Fondo salva Stati

http://www.repubblica.it/economia/2012/09/12/news/scheda_corte_tedesca_esn-42397697/?ref=HREC1-1