La bistecca con l’antifurto

Quando Victor Hugo, nei Miserabili, racconta la storia di Jean Valjean  –  condannato a cinque anni di lavori forzati per aver rubato del pane  –  vuole denunciare il mondo feroce della Francia post-napoleonica. Una società in cui i bassi salari, la povertà e la disoccupazione sboccano nel crimine e nella repressione senza pietà di chi ruba per mangiare. A meno di non incrociare sul proprio cammino la generosità di coloro che, dando fiducia a chi ormai l’ha persa, aiutano i più miserabili a vivere onestamente. Proprio come Jean Valjean che, uscito di prigione, cambia vita grazie alla misericordia di monsignor Myriel.
Altri tempi, certo. Eppure è la prima immagine che viene in mente all’annuncio di quanto accaduto pochi giorni fa: in un supermercato di Lille, nel Nord della Francia, anche la carne è stata dotata di antifurto. Ogni pacco di filetto e di controfiletto ha il suo “bollino nero”. Esattamente come i DVD, i vestiti o i superalcolici. Come un prodotto di lusso che si deve ormai proteggere contro la tentazione sempre più diffusa di “prenderne qualche busta e andarsene via senza pagare“, come spiega uno dei responsabili del reparto macelleria del supermercato. “A breve, ci sarà un antifurto anche sulle uova”, commenta laconicamente un volontario della Croce Rossa. Perché ormai sono tante le persone che non hanno più soldi per fare la spesa. La crisi non è più solo una questione di competitività delle aziende, di diminuzione del debito pubblico e di aumento delle tasse per i più ricchi. La crisi, la gente la sta vivendo sulla propria pelle. E allora comincia a rinunciare a certi prodotti di prima necessità. Oppure cerca di cavarsela come può, magari rubando qualcosa nei supermercati.
Le cassiere sanno bene che alcune persone nascondono in borsa della carne o delle uova e, fino ad ora, hanno cercato di far finta di niente. Ma se si diffonde veramente la moda degli antifurto, quanti nuovi Jean Valjean ci saranno nei prossimi anni? È legittimo ritrovarsi in prigione quando si ruba solo perché si ha fame?

http://www.repubblica.it/rubriche/parla-con-lei/2012/11/13/news/la_bistecca_con_l_antifurto-46578922/?ref=twhr&utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...