Shutdown Usa

WASHINGTON – “Lo shutdown è una cosa ingiusta. Era “evitabile, non doveva succedere”. Con queste parole il presidente americano, Barack Obama si è rivolto ai dipendenti pubblici colpiti dal blocco del governo federale per mancanza di fondi. Si tratta del taglio dei servizi “non essenziali” che ha come conseguenza diretta la perdita del lavoro per 800mila impiegati federali. “Troppo spesso venite trattati come un punching ball”, scrive Obama nel suo messaggio pubblicato sul sito del dipartimento all’energia. Obama ha detto che cercherà di far ripartire le attività delle agenzie federali, ora parzialmente sospese, “al più presto” e ha lodato anche i dipendenti federali, obbligati “a lavorare in un clima politico difficile”.
……

Il Congresso non ha trovato un’intesa sul finanziamento della macchina statale, provocando lo ‘shutdown‘. E’ un durissimo colpo alla ripresa economica Usa e mondiale. L’ultima ‘chiusura’ risale a 17 anni fa e costò 2 miliardi di dollari. La fine del finanziamento dello Stato federale è scattato un minuto dopo la mezzanotte del 1 ottobre ora di Washington, quando in Italia sono appena passate le 6 di mattina. In seguito al blocco dei fondi, circa 800mila lavoratori statali non riceveranno più stipendio, ci sarà la chiusura di musei, degli sportelli ministeriali e persino dei parchi naturali in tutti gli States.

http://www.repubblica.it/esteri/2013/10/01/news/usa_chiude_lo_stato_federale_tagliati_i_servizi_non_essenziali-67631897/

VIDEO DI RAINEWS24

LA PARALISI AMERICANA

http://www.rainews24.rai.it/it/video.php?id=36264