Il giuramento di Obama

barack_obama_giuramento[1]Con una breve cerimonia di famiglia nella Blue Room della Casa Bianca Barack Obama ha prestato giuramento, dando formalmente inizio al secondo mandato presidenziale di cui oggi definirà gli obiettivi parlando dai gradini del Campidoglio…

Per la tradizionale preghiera che precede il giuramento gli Obama si sono recati ieri nella Metropolitan African Methodist Episcopal Church dove hanno ascoltato il sermone del reverendo Ronald Braxton, che ha ripetuto più volte la parola «Forward», avanti. È il motto della campagna della rielezione appena vinta e Braxton lo ha sovrapposto all’esempio biblico di Mosè nella guida del popolo ebraico all’uscita dell’Egitto: «Andò avanti perché non aveva altra scelta», lasciando la schiavitù verso la libertà. È la richiesta a Obama, da parte dell’America che lo ha votato, di non fermarsi nella sfida per «cambiare la nazione» iniziata nel 2007.

Poco dopo Obama ha giurato davanti al giudice John Roberts, presidente della Corte Suprema, ponendo la mano sulla Bibbia della famiglia di Michelle. Il giuramento di ieri è avvenuto nel rispetto del dettato della Costituzione, che lo prevede entro le 12 del 20 gennaio di ogni quattro anni, e oggi Obama lo ripeterà in pubblico durante la cerimonia ufficiale sul Campidoglio. I giuramenti sono due solo quando il 20 gennaio cade di domenica: nella Storia si è verificato finora sette volte, l’ultima fu con Reagan nel 1985.

http://www.lastampa.it/2013/01/21/esteri/parte-l-obama-la-sfida-e-su-armi-e-immigrazione-TuOkAst08TzGz4V1rQ8cfP/pagina.html

Euro con aureola

euroLa Slovacchia manterrà le aureole sulle teste dei suoi santi patroni, Cirillo e Metodio, quando verranno effigiati sulle nuove moneta commemorative da due euro. La decisione è stata presa dal governo di centrosinistra nonostante un acceso dibattito a Bruxelles concluso con la richiesta da parte della Commissione di rinunciare alle aureole e al simbolo della doppia croce per non violare il principio di neutralità religiosa invocato da alcuni stati.

“Il ministero delle Finanze accoglie con favore l’approvazione della bozza di moneta con le aureole da parte del Consiglio dell’Unione europea” afferma una nota del ministero. Inizialmente Bratislava aveva accettato di rimuovere aureole e doppia croce, ma ha poi deciso di insistere con la versione originaria dei conio su pressione delle gerarchie della Chiesa cattolica locale e di alcune forze politiche.

Le monete saranno coniate il prossimo anno per commemorare il 1150esimo anniversario dell’arrivo dei fratelli bizantini Cirillo e Metodio nell’allora Grande Moravia, per diffondere il cristianesimo tra gli slavi e tradurre la Bibbia in antico slavo ecclesiastico. I due fratelli convinsero anche il papa Adriano II a introdurre la celebrazione della liturgia in antico slavo, avvicinando il cristianesimo alla popolazione.

http://www.buonanotizia.org/index.php?option=com_content&view=article&id=3581:slovacchia-marcia-indietro-governo-su-euro-santi-con-aureole&catid=28:esteri&Itemid=54

 

Paesi dell’area dell’euro (2012)

I 17 Stati membri dell’Unione europea che hanno adottato la moneta unica sono:
Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Slovacchia, Slovenia.

Paesi non partecipanti:
Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Lettonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Romania, Svezia e Regno Unito fanno parte dell’UE ma per il momento non hanno introdotto la moneta unica.

EURO: Banconote e monete

http://www.ecb.int/euro/html/hires.it.html